La piccola Regina

Spazio libero in cui parlare di tutto ciò che ti viene in mente...

La piccola Regina

Messaggioda Maurizio Hood » 10/04/2013, 21:50

Un giorno in un alveare grande e bello, dove migliaia e migliaia di api lavoravano alacremente, nacque una seconda regina. Quando le altre api, sia operaie che soldati, si accorsero della sua presenza, cominciarono ad osteggiarla in tutto e per tutto, veniva spintonata, lasciata senza cibo, ogni volta che diceva qualcosa veniva tacciata d’insubordinazione. Tanto fecero e tanto dissero che la piccola regina decise di andarsene: "In fondo il mondo è grande"pensò.
Cominciò a volare senza voltarsi indietro, pensando solo a costruirsi una vita decente ma, più si allontanava dalla sua vecchia casa più si sentiva male. Decise così di costruire un nuovo favo poco distante da quello che l’aveva vista nascere. Come si sa, in tutte le società ci sono dei dissidenti, elementi non facili da conformare soprattutto in un regime come quello delle api e questi ultimi si avvicinarono al nuovo alveare chiedendo all’unica abitante quali fossero le regole. La piccola regina ripeteva a tutti gli avventori che le regole le avrebbero fatte insieme e che ognuno avrebbe potuto vivere liberamente purché non a discapito del gruppo. Giorno dopo giorno il favo si riempiva di api che avevano sentito parlare di questa novità e chiedevano di poter entrare a far parte dello sciame. Certo, erano sempre poche ma ormai erano una comunità ed anche la vecchia regina, un giorno, dal suo alveare poco distante, incuriosita dalle voci, volle sincerarsi di persona su quanto stava accadendo. Vide api felici che volavano a loro piacimento, ognuna poteva scegliere liberamente su quale fiore posarsi, su quando lavorare o riposarsi, su cosa mangiare ed il rispetto era per tutti uguale, non c’erano più classi sociali ed anche la piccola regina divideva con le altre fatiche, affanni e gioie.
"Ma queste sono delle reazionarie, incivili, vogliono sovvertire l’ordine costituito ma in che mondo viviamo?" pensò sdegnata la vecchia regina.
Tornò immediatamente al suo alveare ed ordinò ai soldati a lei fedeli di attaccare e combattere in ogni modo quelle stupide api. Partirono migliaia, centinaia di migliaia, forse milioni di api in assetto da guerra e attaccarono, uccisero, razziarono, depredarono ed imprigionarono. Tra i tanti cadaveri e prigionieri però, non c’era la piccola regina. Un editto della vecchia regina diceva a chiare lettere che l’usurpatrice era deceduta ed il suo corpo caduto nel ruscello vicino e trasportato a valle dalle acque. Nei giorni, mesi ed anni a seguire però, molte giovani api parlavano tra loro, attente a non farsi sentire, di un’ape che sembrava volasse poco più distante: Forse è lei, forse non è morta" osava qualcuna " Ma sarà veramente esistita?" si chiedeva qualche altra.
Non si sa che fine abbia fatto la piccola regina, di certo c’è che vive nel cuore e nelle speranze delle nuove generazioni.

Maurizio
Maurizio Hood
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 26/02/2013, 16:59

Re: La piccola Regina

Messaggioda cla » 11/04/2013, 17:57

mi sa tanto di metafora sociale!!!! Sbaglio?
Cmq bella,.....fa riflettere e....forse rattrista un po'.
Grazie
non sarà sempre così...
cla
 
Messaggi: 670
Iscritto il: 03/08/2012, 14:30

Re: La piccola Regina

Messaggioda rosaria » 15/04/2013, 8:42

la speranza.....
.....e un giorno successe che anch'essa venne estirpata dal cuore e dalle menti delle nuove generazioni.
rosaria
 
Messaggi: 842
Iscritto il: 12/04/2011, 13:55


Torna a Chiacchiere in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron